Il Sole

Sole, Sun

Astronomia

Simbologia

Mitologia

Morfologia

Archetipo e Psicologia

Riepilogo

 

 

 

 

Astronomia 

Il Sole è una stella di dimensioni medio-piccole attorno alla quale orbitano gli otto pianeti principali, i pianeti nani, i loro satelliti, innumerevoli altri corpi minori come asteroidi e comete. Il Sole costituisce da solo il 99,8% della massa del sistema solare ed è costituito essenzialmente da idrogeno (circa il 74% della sua massa) ed elio.

Il Sole dista da noi circa 149.500.000 chilometri, pari a 1 unità astronomica. Il diametro del Sole è di 1.400.000 chilometri. Rispetto ai 12.700 chilometri della Terra è ben 116 volte più grande.

Il Sole, come la maggior parte delle stelle, è nella sequenza principale, ovvero in una lunga fase di equilibrio stabile in cui l'idrogeno viene trasformato in elio generando ogni secondo una enorme quantità di energia emessa nello spazio sotto forma di radiazione elettromagnetica (radiazione solare) e flusso di particelle (vento solare).

La radiazione solare, emessa fondamentalmente come luce visibile ed infrarossi, consente la vita sulla Terra fornendo l'energia necessaria ad attivare i principali meccanismi che ne stanno alla base, inoltre l'insolazione della superficie terrestre regola il clima e la maggior parte dei fenomeni meteorologici.

 

il campo elettromagnetico terrestre

Simbologia

Il simbolo del Sole occupa una parte centrale in ogni tradizione: l'astro luminoso dà vita, luce e calore ed è quindi a pieno titolo l'epifania suprema del divino. Dante afferma che:

"non esiste cosa visibile, in tutto il mondo, più degna del sole di fungere da simbolo di Dio, poiché esso illumina con vita visibile prima se stesso, poi tutti i corpi celesti e terreni".

Il Sole ha dunque una connotazione essenzialmente positiva: è simbolo di vita, illumina e scalda la Terra permettendo la crescita e la nascita di tutte le creature che la popolano, inoltre con la sua luce rende ogni cosa manifesta! Il Sole è espressione della forza, dell'energia, della volontà di manifestarsi, del conscio e della realizzazione concreta. Come afferma Shakespeare:

“..e perciò il magnifico pianeta Sole è in nobile eminenza installato e posto nella sfera tra gli altri; il cui occhio salutifero corregge i sinistri aspetti dei pianeti maligni, e come il bando d’un re, ingiunge senza intoppo a buoni e malvagi”. 

 

Mitologia

Si pensa che il culto del dio del Sole abbia avuto origine in Asia, ma quasi ogni civiltà conosciuta ha avuto una divinità solare.

Nell'antico egitto Ra è il Dio-Sole, emerso dalle acque primordiali del Nun e portato tra le corna della vacca celeste, la dea Mehetueret. È spesso rappresentato simbolicamente con un occhio (l'occhio di Ra).

 

Occhio di Ra

L'Occhio di Ra, anche chiamato Occhio di Horus

 

A partire dalla dodicesima dinastia (ca. 1990 a.C.) in avanti fu congiunto con il dio tebano Amon fino a diventare la più importante divinità del pantheon egizio con il nome di Amon-Ra. Egli rimase per secoli il dio supremo,  in seguito fu associato ad Horus.

Ra percorreva ogni notte il mondo degli inferi su una nave reale, dove navigava lungo il Nilo celeste attraversando la Duat, superando Caos per emergere ancora una volta all'alba, trionfante.

È colui che ha creato l'uomo, fu il primo Faraone e stabilì i costumi degli Egizi. Il suo simbolo è il disco solare, un cerchio con un punto nel centro.

 

Amon Ra

Ra, il Dio-Sole

 

Inoltre il dio-Sole si chiamava Shamash per gli Assiri e i Babilonesi, Mitra per i Persiani, Tezcatlipoca per gli Aztechi; 

In occidente la più importante divinità solare è Apollo/Febo. Apollo non rispecchia soltanto la brillantezza e la purezza del Sole, è soprattutto l'uomo perfetto e come tale viene raffigurato: un giovane nudo, attraente e schietto.

Apollo (in Greco Απ?λλων) è una divinità dell'antica Grecia, dio delle arti, della medicina, della musica e della profezia e del sole spirituale che illumina l'anima quindi è logico anche che sia il patrono della profezia (mentre Helios era il dio del Sole fisico) nella tarda antichità greca assunse anche il titolo di dio del Sole. In seguito fu venerato anche nella religione romana come Sol.

Apollo era patrono della poesia, in quanto capo delle Muse, e viene anche descritto come un provetto arciere in grado di infliggere, con la sua arma, terribili pestilenze ai popoli che lo contrariavano. In quanto protettore della città e del tempio di Delfi, Apollo era anche venerato come dio oracolare, capace di svelare, tramite la sacerdotessa chiamata Pizia o Pitonessa, il futuro agli esseri umani.

Per questo, era adorato nell'antichità come uno degli dèi più importanti del Dodekatheon. Nella tarda antichità greca Apollo venne anche identificato come dio del Sole, e in molti casi soppiantò Helios quale portatore di luce e auriga del cocchio solare.

Scrivono di Helios

“Trascinanto dal suo cocchio veloce, egli spande ugualmente il suo fulgore sugli dei e sugli uomini; il lampo formidabile degli occhi trapassa l’elemetto dorato il cui splendore è abbacinante; raggi baluginano sfavillanti dal suo petto, e il corpo è drappeggiato in un velo scintillante frustato dal vento.” Greek Mythology, Paul Hamlyn

 

Apollo Febo

Apollo

Un simile "passaggio di consegne" avvenne anche presso i Romani, in quanto, a partire dalla tarda età Repubblicana, Apollo divenne "alter ego" del Sol Invictus, una delle più importanti divinità romane. In ogni caso, almeno presso i Greci Apollo ed Elios rimasero entità separate e distinte, almeno nei testi letterari e mitologici dell'epoca.

Come divinità greca, Apollo è figlio illegittimo di Zeus e di Leto (Latona per i Romani) e fratello gemello di Artemide (per i Romani Diana), dea della caccia e più tardi assimilata, al pari del fratello, a Selene, divinità protettrice della Luna.

Degno figlio di Apollo e della Ninfa Coronide era Asclepio/Esculapio, che divenne il Dio della Medicina.

Coronide, gravida, fu uccisa da una freccia. Deposta sulla pira funebre, Hermes ebbe l'incarico di far nascere Asclepio dalla madre ormai senza vita, altri riferiscono che fu lo stesso Apollo a compiere questa operazione.

 

Esculapio

 

Venne quindi affidato alle capaci mani del centauro Chirone che lo istruì con grande profitto nella Medicina: acquisì delle capacità tanto elevate che resuscitò addirittura Ippolito divorato dai propri cavalli.

Ade indispettito, dato che Asclepio non si limitava a guarire gli ammalati ma resuscitava anche i morti, si lagnò con Zeus impensierito dal fatto che il suo regno potesse trasformarsi in un deserto se questi non fosse stato fermato. Giove lo fulminò.

 

Morfologia

Sul piano fisico il Sole dona un corpo con forma allungata e affusolata, una muscolatura sottile ed una forte mancanza di zone adipose. Le proporzioni eleganti ed armoniose conferiscono agilità e sveltezza nel movimento. Nel viso vi è una espressione di fierezza e di nobiltà, ma anche di distacco nei confronti delle persone che vengono avvicinate.

Le forme estetiche del volto sono regolari, la testa è allungata in verticale, la fronte è alta e spaziosa, le sopraciglia sono sottil e ben disegnate, distanziate dagli occhi; il naso è elegante e talvolta presenta contorni aquilini. Negli occhi si nota una sguardo luminoso ed intenso, che aggiunge all'espressione del viso un senso di forza consapevole, di serenità nonché di sicurezza. I capelli si presentano lisci, molto sottili e tendono ad essere castani con riflessi biondi.

Nel profilo del volto si rileva un lieve allungamento del mento. Per quanto riguarda il carattere, il Sole forgia una personalità forte e conferisce consapevolezza delle proprie virtù, fierezza e amor proprio I solarisono autoritari nel trattare con le persone, ma di solito si comportano con molta lealtà; tendono a mettersi al centro dell'attenzione in qualsiasi situazione, sono abili organizzatori e desiderano comandare.

Una grande sicurezza nelle proprie capacità e una buona volontà ­ unita a una valida forza decisionale ­ permettono a questo tipo astrologico di dare una base solida alle proprie aspirazioni e di realizzare cose anche importanti. Il tipo solare, può spesso subire dei tormenti psicologici nei casi in cui l'esistenza lo costringe ad interpretare dei ruoli mediocri socialmente o professionalmente. I suoi istinti sono potenti, ma un buon controllo gli evita di cadere nell'eccesso.

 

Archetipo e Psicologia

Da un punto di vista astrologico il Sole rappresenta il nucleo vitale della personalità, l'Io attivo, e anche il calore, la lealtà, il coraggio, l'essenza individuale, la vera natura dell'essere umano, il suo essere interiore, la vitalità, l'uomo, il maschile, il padre, il marito o compagno, la pienezza della maturità, la fiducia in se stessi, potere, finalità, indipendenza, generosità, dignità, leadership e carisma.

E' anche la generosità del cuore, l'affetto, la magnanimità, la creatività, la gioia, l'essere interiore, gli interessi fondamentali, l'abilità, il lato maschile e l'autoaffermazione.

Quando il Sole ha una posizione favorevole nel Tema Natale o Dominante rispetto agli altri pianeti, la nostra stella esprime il meglio di se, come se conferisse all’individuo la capacità di assorbire ed integrare le sue energie spirituali e fisiche, esprimendole poi a beneficio del prossimo. Il soggetto godrà di ottima salute, fiducia in se stesso, forza di carattere, capacità di controllo e di comando.

Un Sole importante sottoposto ad opposizioni e quadrature potrebbe produrre le qualità negative di un sovrano come egoismo, egocentrismo, paternalismo, megalomania, paternalismo, indulgenza, ostentazione e sfrenatezza sessuale.

Un Sole afflitto e mal collocato può creare un Io caratterizzato da timidezza, incompetenza, assenza di fiducia in se stessi e di autostima, assenza di ambizione. In questo caso occorre che l’individuo apprenda ad esprimersi e ad autogenerarsi smettendo di esprimersi esclusivamente come modalità di reazione ad un impulso esterno.

La posizione del Sole quindi ci parla dell’area dell’espressione di questa forza, possiamo dedurre facilmente che ci sono dodici archetipi fondamentali simboleggiati dalla posizione del Sole in ognuno dei dodici Segni zodiacali. La stragrande maggioranza delle persone mostrerà le caratteristiche fondamentali del proprio segno di nascita, la posizione del Sole al momento della nascita mostra la modalità attraverso la quale il soggetto esprime se stesso, i suoi ideali e tutte le caratteristiche proprie del Sole che abbiamo descritto finora tra cui ovviamente la relazione con il Padre.  

Prendendo consapevolezza del Segno del nostro Sole di nascita e considerando la Casa zodiacale dove esso si esprime, possiamo conquistare una grande consapevolezza su quella che è la nostra vera identità individuale e sul nostro potere di esprimerla. 

I pianeti più vicini al Sole sono Mercurio e Venere, nei casi in cui questi pianeti sono particolarmente vicini al Sole, quindi congiunti, il Sole irradierà oltre che la sua energia anche la vibrazione di Mercurio, le più fini qualità dell’amore attraverso Venere.

Da un punto di vista anatomico il Sole rappresenta il cuore, poiché si trova al centro del cielo e del sistema solare come il cuore si trova al centro del corpo.

 

 

L'archetipo collegato al Sole è evidentemente il Sovrano, quella parte della nostra psiche il cui compito è gestire e governare il regno, ossia la nostra vita, la nostra evoluzione. Un buon Sovrano saprà condurci verso l'abbondanza e la pace, verso una vita prospera e armoniosa. Un Sovrano poco espresso nella luce rischierà di scivolare nell'ombra e di fare un cattivo uso del grande potere che gli viene conferito. Così come  il re riconcilia i suoi sottoposti, il Sole dà a ogni individuo la volontà di riconciliare i differenti “sé” in conflitto, dai quali è costituito; esso rappresenta pertanto la personalità potenzialmente integrata, sintesi dei vari sé e il loro sovrano.

Espressioni Chiave: Forza vitale, energia, vitalità, prana, tipo di personalità, impulso all’autointegrazione, sintesi delle subpersonalità, ego, autoespressione, benessere fisico, buona salute, naturale, calore, affezionato, affettuoso, generoso.

Sole Afflitto: Orgoglio, ostentazione, arroganza, egotismo, magnificazione di sé, timidezza, incompetenza, mancanza di fiducia in se stessi, fuga dalle luci, devitalizzazione.

 

Excalibur la spada nella roccia

 

SOLE

sole

In Nucleo Attivo della Personalità
 

Giro dello Zodiaco 365 giorni
Simbologia Io, superIo, sé, identità, personalità, carattere
Anatomia e fisiologia Cuore, plesso solare, arterie, parte destra
Ruolo familiare e sociale Padre, marito, uomo ideale
Domicilio Leone
Esilio Acquario
Esaltazione Ariete
Caduta Bilancia
Archetipo Sovrano
Funzione Visibilità, manifestazione, realizzazione
Lato oscuro Superbia, arroganza, ipertrofia dell'ego

 

I Pianeti

 



 

 

Seguici su Facebook

Zircon - This is a contributing Drupal Theme
Design by WeebPal.